Santa Crus un anno dopo

Presentazione del progetto di salvaguardia della Santa Crus di Cerveno

Scritto da REGIONE LOMBARDIA  //  24/05/2013

Tags: comunità , partecipazione , ritualità , santa croce
Work Package: wp3

Santa Crus un anno dopo

26 maggio 2013 - ore 15
Casa Museo di Cerveno


Presentazione del progetto di salvaguardia della Santa Crus di Cerveno

Ne parlano:
Renata Meazza - Archivio di Etnografia e Storia Sociale della Regione Lombardia
Elena Turetti, Loris Bendotti, Cluadio Cadei - equipe di ricerca

La processione della Santa Croce avviene a Cerveno in provincia di Brescia, in Italia, ogni dieci anni, in una domenica di maggio che si situa tra la festa dell'Invenzione della Croce, che nel calendario preriforma cadeva il 3 di maggio, e la fine del mese.
La processione della Santa Croce rappresenta un caso di grande interesse all'interno della ritualità tradizionale del ciclo pasquale poiché non si svolge nella Settimana Santa, come le consuete processioni figurate o sacre rappresentazioni della Passione in tutto il mondo cattolico, ma in una domenica di maggio avanzato. Nel corso dello stesso rituale, la Passione viene rappresentata secondo due codici diversi: una attraverso personaggi e oggi personaggi e quadri viventi, e quindi in termini drammatici, e un'altra in termini ideografici mediante segni.

La processione della Santa Croce di Cerveno  e le specifiche modalità di rappresentazione che ne caratterizzano lo svolgimento sono dettate in gran parte dal forte legame figurativo con il Santuario della Via Crucis, una sorta di galleria in salita eretta a lato della parrocchiale, sui due fianchi della quale si aprono quattordici cappelle in cui gruppi di statue a grandezza naturale, in creta e legno dipinti, raffigurano con spietato realismo gli episodi della Passione di Cristo, opera per la massima parte del bresciano Beniamino Simoni e per il resto di Donato e Grazioso Fantoni, e realizzate a partire dal 1752.

Il progetto sperimentale di salvaguardia partecipata della processione della Santa Croce di Cerveno ha seguito l'evento che ha avuto luogo il 20 e il 26 maggio 2012. L'azione di salvaguardia partecipata va da un lato nella direzione di un'accurata raccolta  e tessitura delle testimonianze orali e dall'altro punta alla crescita del grado di consapevolezza della popolazione partecipante e di riconoscimento del valore comunitario del rituale della Santa Croce.