Intangible Maps

Le mappe E.CH.I.

La mappa delle ritualità, la mappa del saper fare, la mappa degli incontri

Scritto da  //  27/02/2013

Tags: gioco , mappe , patrimonio immateriale , ritualità , saper fare

Intangible Maps

La mappa delle ritualità presenta una selezione di 70 eventi rituali e festivi ancora vivi e documentati nello spazio transfrontaliero. Le feste e i riti sono indicati attraverso la loro cadenza temporale (date mobili e date fisse) e con un sistema di numeri e colori localizzati sul territorio italo-svizzero. Disponibile in tre lingue distinte: italiano, francese, tedesco.

La mappa del saper fare presenta quattro itinerari tematici di saperi tecnici tradizionali praticati sul territorio transfrontaliero per permettere agli utenti di costruire percorsi didattici alla scoperta di botteghe, musei, associazioni, centri di documentazione. La mappa è trilingue: italiano, francese, tedesco.

La mappa degli incontri, dedicata ai più piccoli, presenta 40 personaggi alpini, interpretati dall’illustratrice valdostana Avantey Elisa Chiara. I personaggi si rincorrono, attraversando villaggi magici come Macugnaga, Andrista, Brissago, Ortisei, in un susseguirsi di "battute-ritorni-faccende" che lasciano intuire la vivacità e l’astuzia dei tanti personaggi ai quali la scrittrice di giochi Marie Claire Chaberge ha dato sapientemente voce. I giocatori potranno così incontrare i divertenti personaggi e i loro oggetti simbolici durante un viaggio cadenzato da eventi calendariali... sperando un giorno di poter essere accompagnati da mamma e papà e conoscerli... incominciando proprio da lui... l’Uomo Selvatico: "Caro giocatore, mi presento, sono l'Uomo Selvatico, un personaggio diffuso su tutto l'arco alpino. In questo percorso incontrerai un sacco di amici, alcuni davvero gentili, altri un po' dispettosi e permalosi..." La mappa è trilingue: italiano, francese, tedesco.

Le mappe E.CH.I. sono realizzate in DuPont Tyvek®, materiale composto da fibre di polietilene ad alta densità (HDPE), di aspetto simile alla carta. Il tyvec è antistrappo, traspirante ma impermeabile all'acqua, non tossico e riciclabile. Sono piegate in pratiche bustine e pensate per accompagnare turisti, curiosi e bimbi alla scoperta del territorio e dei suoi beni immateriali.
Di dimensioni di 87 x 58 cm, sono disponibili anche nella versione più compatta, in formato A3, distribuite come pratiche tovagliette per gli snack. Presto saranno disponibili sul sito, con le istruzioni e simpatici suggerimenti per stamparle e ri-utilizzarle nella quotidianità.

Produzione
Regione autonoma Valle d’Aosta - Assessorato Istruzione e Cultura - BREL

Design
Ilaria Guglielmetti