Design al tombolo: progetto di un intreccio

Atélier PopUp di pratiche estetiche partecipate per la realizzazione di borse di frontiera

Un progetto di PoliDesign – Consorzio del Politecnico di Milano

Scritto da REGIONE LOMBARDIA  //  18/10/2012

Tags: design , innovazione , merletto , pizzo di cantù

Design al tombolo è una ricerca/azione in cui la creatività di un gruppo di designer incontra il sapere tipico di una collettività di disegnatrici e merlettaie canturine, detentrici di procedure, repertori e tecniche di interpretazione dedicate al merletto al tombolo. Non solo un’indagine nella cultura tipica artigianale di un territorio ma piuttosto un "intreccio" fra l’immaterialità della conoscenza e la materialità del manufatto, con le sue qualità e declinazioni d‘uso.

Il progetto capitalizza le ricerche di matrice etno-antropologica avviate da alcune azioni del progetto E.CH.I., finalizzandole all’interno di riflessioni meta-progettuali secondo metodologie di design di processo fortemente orientate dalla componente umanistica. Si intende promuovere il ricollocamento della pratica attraverso logiche di trasferimento d’ambito o meticciamento della pratica stessa soprattutto in termini materici e stilistici, realizzando una mini collezione di borse “transfrontaliere” utili alla divulgazione delle tematiche e della dimensione itinerante proprie del progetto E.CH.I.

All’interno di sei Atélier PopUp (luoghi creativi extemporanei, della durata di circa 100 giorni) i designer stimoleranno, attraverso dei mood board, le comunità di merlettaie a generare nuovi disegni, sperimentando nuove logiche compositive, cromatiche o l’uso di filati inconsueti, spesso reinterpretando repertori tradizionali. Tali elementi saranno integrati nel design complessivo delle borse, ispirate da suggestioni tematiche desunte dai contenuti del progetto E.CH.I.: la borsa dedicata alle ritualità, alla raccolta delle erbe, al paessaggio sonoro trasfrontaliero, al racconto visivo del viaggio...

Il Diario di progetto: appunti visivi e narrazioni delle sei designer
Le sei designer raccontano l’esperienza di progetto e di realizzazione della mini collezione di borse ispirate alle tematiche del progetto transfrontaliero E.CH.I.: i mood board, l’incontro con le merlettaie, il lavoro al tombolo delle comunità, il confezionamento dei prototipi…
Il diario consente di seguire l’avanzamento dei lavori fino alla comunicazione finale della collezione di borse, sottoposta tramite social network, al giudizio popolare della rete.
Comunità di merlettaie e designer provano a trovare uno spazio “virtuale” dove condividere e  facilitare il trasferimento di alcuni elementi della conoscenza, sia quelle riferite al savoir fair locale che le conoscenze di strumenti e metodologie design oriented.

Le Comunità delle merlettaie
Le comunità coinvolte provengono dal territorio canturino, espressione ancora oggi di un ricco tessuto di collettività che, in diverse forme associative, continuano a praticare il merletto al tombolo. I sei gruppi hanno aderito al progetto offrendo la loro disponibilità a collaborare, ognuna con le proprie qualità, competenze e dinamiche di relazione. Il progetto intende valorizzare ogni singola specificità e favorire il formarsi di un vera e propria “rete di pratiche del merletto al tombolo canturino”.

ABC Merletti Ricami - Albate 
Accademia Merletti - Cantù
Associazione Novedratese per la Promozione del Pizzo - Novedrate
Comitato per la Promozione del Merletto - Cantù
Cooperativa Produzione Merletti - Cantù
Corso di aggiornamento in Merletto ENAIP - Cantù

Le designer
Il progetto nasce in seno alla sezione del progetto E.CH.I. intitolata “Il design dei beni culturali per il progetto E.CH.I. (Responsabile Università Politecnico di Milano: Raffaella Trocchianesi; Assegnista di Ricerca: Ilaria Guglielmetti)
Le designer: Elena Ascari, Elena Enrica Giunta, Ilaria Guglielmetti, Giulia Pils, Alessandra Spagnoli e Raffaella Trocchianesi, fanno parte dell'unità di ricerca Design for Cultural Heritage (Facoltà del Design, Politecnico di Milano) che da anni porta avanti progetti di ricerca e applicati per la valorizzazione del territorio, dei beni culturali materiali e immateriali.